I nostri Servizi

Protezione e sicurezza del paziente

Nello studio odontoiatrico, la pulizia, la disinfezione e la sterilizzazione sono fondamentali per la prevenzione della diffusione di micro organismi patogeni.
Il personale dello studio segue protocolli di lavoro e ordini di servizio differenziati per garantire la protezione e la sicurezza del paziente.
Il paziente è protetto da ogni tipo di rischio grazie all’uso di mantellina, bicchiere di plastica, salvietta, aspiratori e beccuccio aria-acqua monouso. Inoltre i componenti della poltrona sono avvolti da una pellicola trasparente anch’essa di protezione monouso.
Gli strumenti di lavoro, una volta utilizzati, vengono lavati in sala sterilizzazione, disinfettati e imbustati per poi passare in autoclave per la sterilizzazione vera e propria.
L’assistente ha il compito, tra un paziente e l’altro di rendere pulito e disinfettato l’ambiente di lavoro. Vengono sostituite le pellicole monouso da poggiatesta, strumenti e maniglie.
L’aria in ogni stanza, viene filtrata e riciclata continuamente da specifici depuratori e ogni stanza viene areata a ogni cambio paziente.
Il medico e l’assistente indossano guanti e mascherina monouso cambiandoli ogni volta che toccano oggetti esterni non sterili. Indossano occhiali o uno schermo protettivo e quando necessario una cuffia e un camice monouso.
La zona operativa chirurgica è preceduta da un apposito tappeto adesivo di colore blu che ha la funzione di togliere lo sporco dalle suole delle scarpe.
Il pavimento viene quotidianamente pulito e disinfettato, i muri sono coperti di vernice lavabile in modo da consentire una periodica disinfezione.

Sterilizzazione - Gli autoclavi - Studio Dentistico San ValentinoGLI STRUMENTI

Quando vengono utilizzati gli strumenti sono confezionati sterili in buste con data di sterilizzazione.
Dopo l’uso gli strumenti usati vengono portati in sala sterilizzazione dall’assistente e immersi in un liquido decontaminante per 20 minuti o più.
Poi vengono immersi in una vasca ad ultrasuoni con uno specifico disinfettante in cui le vibrazioni eliminano eventuali residui.
In seguito vengono sciacquati sotto acqua corrente, spazzolati e asciugati.
Gli strumenti sono mantenuti sterili imbustandoli e sigillandoli singolarmente o in kit a seconda delle esigenze.
Su ciascuna busta viene apposta la data di sterilizzazione. Le buste sigillate vengono inserite in appositi vassoi in autoclave.
Il processo di sterilizzazione dura circa un’ora e raggiunge la temperatura di circa 140° C e una pressione di 2,25 bar.
Gli strumenti sterili vengono conservati in ambiente protetto; l’assistente, inoltre, controlla mensilmente lo stato delle buste e controlla che non ve ne siano di scadute. Le stesse vengono controllate prima dell’uso dal medico o dall’assistente verificandone l’integrità e la scadenza e vengono aperte davanti al paziente.
Le autoclavi sono controllate alla fine di ogni ciclo di sterilizzazione attraverso la conferma di buon fine. Viene effettuato inoltre il controllo termico su ogni busta, controlli giornalieri multiparametro e il controllo di sterilizzazione per gli strumenti cavi. Ogni tre mesi viene fatto un controllo biologico che attesta l’efficacia del macchinario e ogni due anni un’azienda specializzata controlla il funzionamento di tutti gli strumenti elettromedicali.
Ogni ciclo, quindi, viene controllato e registrato; tutti le registrazioni sulla sterilizzazione sono archiviate in studio.
La sterilizzazione è garantita grazie all’uso di autoclavi di ultima generazione, per garantire la massima sicurezza e affidabilità.

Lascia una risposta